giovedì 19 dicembre 2013

Chiusure pre e post natalizie della biblioteca

La Biblioteca, adeguatamente addobbata per le festività Natalizie dal Gruppo Giovani Lettori (c'è anche l'albero sul quale si possono appendere dei rossi bigliettini con i propri "consigli letterari"), chiuderà, oltre alle giornate festive, anche martedì 24 dicembre (di pomeriggio) e martedì 31 dicembre (tutto il giorno).
Riaprirà regolarmente giovedì 2 gennaio, per poi richiudere dal 20 al 31 gennaio 2014, per consentire le operazioni di trasloco in Villa Olivi.
In quel periodo i documenti in scadenza potranno essere riportati nel punto di raccolta predisposto nell'atrio del municipio nel seguente orario:
- da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.30
- mercoledì dalle 16.00 alle 18.00.
Avvisiamo infine che il servizio di interprestito, che consente a molti di ricevere direttamente nella propria biblioteca libri posseduti da altre, sarà sospeso dal 15 gennaio al 15 febbraio. 
A questo nostro ultimo post dell'anno, con il quale facciamo anche gli auguri a tutti i nostri lettori, ne seguiranno altri all'inizio dell' anno nuovo, nei quali cercheremo di dare utili indicazioni sulla nuova sede, sull'orario e sugli appuntamenti futuri!
Donata e Elisa

Villa Olivi, futura sede della biblioteca


martedì 17 dicembre 2013

Internet gratis in biblioteca!

Da anni, ormai, la Biblioteca offre il servizio di connessione a internet per gli utenti che abbiano la necessità di connettersi.
La grande novità è che ora l'accesso alla rete è gratis!
Il servizio attualmente è disponibile sia nella sede di via Carlo Alberto Dalla Chiesa -in orario di apertura della Biblioteca-, sia nella futura sede di villa Olivi -il lunedì e il mercoledì dalle 15 alle 19 e il sabato mattina dalle 8.30 alle 12.30-.
In villa Olivi, dove sono state collocate 4 nuove postazioni e una stampante grazie al contributo della Regione Veneto (che promuove la digitalizzazione ed il superamento del "digital divide" emanando il bando per l'istituzione dei centri P3@ ) c'è la possibilità anche di accedere alla rete wi-fi con un proprio dispositivo (una volta che ci si è registrati) ed è presente un tutor, che offre assistenza in caso di necessità.
Per maggiori informazioni sulle modalità di accesso e sulle regole da rispettare, leggete il nuovo regolamento
Da sempre, è compito delle Biblioteche garantire l'accesso alla conoscenza e al sapere. Ormai anche il web è una grande biblioteca, nascono informazioni in continuazione ed è sempre più complicato orientarsi in esse.
L'obiettivo della Biblioteca per il futuro è anche quello di essere una bussola per comprendere un mondo sempre più complesso, che viene descritto attraverso i libri ma anche attraverso molte altre fonti.


martedì 10 dicembre 2013

"Ai-fon, iu-tub, i-buc": un nuovo successo del Gruppo Teatro

Domenica 1° dicembre 2013, nella palestra di Saletto, noi del Gruppo Teatro della Biblioteca di Breda abbiamo avuto il piacere di proporre ad un nutrito pubblico una nostra nuova “fatica”.
Il tema dello spettacolo è stato suggerito dalle super-attive e instancabili  bibliotecarie: il “nuovo modo di comunicare” che sta inesorabilmente invadendo la società.
Dopo aver portato in scena rappresentazioni “liberamente tratte” da libri più o meno noti ("Isetta la borsetta", "Tingel Tangel", "Pinocchio", "Il fantasma di Canterville", ecc.), questa volta la fatica è stata ancora maggiore, perché abbiamo fatto tutto da soli (ma proprio tutto, compresi costumi e scenografia). 
Infatti, dopo avere scritto di sana pianta la storia sotto forma di racconto, l’abbiamo adattata alla recitazione trasformandola in copione e quindi, dopo una lunga serie di prove, finalmente ne è
uscito un lavoro dal titolo un po’ bizzarro, ma che, secondo il nostro intento, vuole rendere l’idea della difficoltà che molti di noi incontrano nel confrontarsi con i nuovi vocaboli, con il linguaggio tecnico e gli inglesismi introdotti soprattutto dall’avvento dei computer: "AI FON-IU TUB, I-BUC: tutto quello che avreste voluto sapere sulla 'niù comunichescion' e non avete mai osato chiedere".
Sia per tutti coloro che hanno assistito alla rappresentazione (speriamo piacevolmente divertiti), sia per incuriosire tutti quelli che non c’erano (ma che non vorrebbero mancare ad una eventuale futura replica) diamo la possibilità di leggere la prima parte del racconto
Ovviamente, non vogliamo svelare il finale, per evitare di  rovinare la sorpresa a chi avrà la bontà di seguirci quando sarà possibile replicare lo spettacolo.
Alla prossima!
Franco

giovedì 5 dicembre 2013

Una nuova iniziativa del Gruppo Giovani Lettori: "Il libro oltre la siepe"!

http://www.flickr.com/photos/tomcorsan/2209203943/
Cari lettori,
vi ricordate l'iniziativa di questo blog "Libri in maschera" dell'ultimo Carnevale?
Noi Giovani Lettori fremiamo troppo...vogliamo ripeterla subito!
Quindi, ecco a voi "Il libro oltre la siepe", a cui siete tutti invitati a partecipare!
Che libro si nasconde, oltre la siepe? Vi sfidiamo a indovinarlo muovendo la fantasia, a partire dai nostri indizi. Gli "indovinelli" saranno 12, usciranno il primo giovedì del mese, e nel dicembre 2014 verrà proclamato il vincitore (o come la volta scorsa, la vincitrice!), sulla base del numero dei libri indovinati.
Vi invitiamo quindi a lanciarvi in questa sfida da subito, divertitevi!
Ecco qui sotto il primo indizio...


 

INDIZIO DI DICEMBRE:
Cinque ragazzi un posto vanno a visitare, ma solo uno lo riuscirà a conquistare.

lunedì 2 dicembre 2013

Un nuovo catalogo? Non solo!

Un paio d'anni fa, in un post dal titolo "OPAC, OPAC! Alla ricerca del libro perduto!", si spiegavano le possibilità di utilizzo del tradizionale catalogo on-line delle biblioteche della provincia di Treviso. 
Quel catalogo esiste ancora, ma da qualche giorno è stato inaugurato anche un intero portale, dedicato alle Biblioteche trevigiane e ai libri in esse contenute. Di cosa si tratta? Innanzitutto, un portale è il sito web che costituisce il punto di accesso per un insieme di risorse internet o per una rete locale. Nel caso specifico, SebinaYou contiene elenchi tematici di libri posseduti e consigliati dalle biblioteche trevigiane, link che portano a siti diversi, materiale digitale (e-book, mp3, video...), libri antichi digitalizzati, la segnalazione in bella vista delle novità, e molto altro. La veste grafica è decisamente accattivante e perfino cercare un libro da leggere diventa divertente: provate a usare la barra di ricerca in alto, e vedrete!
A breve, tutti gli utenti potranno accedere al proprio "spazio personale" loggandosi a destra dell'home page (numero di tessera senza zeri e data di nascita nel formato 00/00/00 se è la prima volta che entrate nel
catalogo, altrimenti numero di tessera senza zeri e la password scelta dopo il primo accesso) e potranno interagire con gli altri e con la loro biblioteca, creando a loro volta proprie liste di libri, inserendo recensioni e giudizi, condividendo una "scheda libro" su Facebook o "twittandola"!
Insomma, sembra che anche le biblioteche stiano diventando social... ma, concretamente, non lo sono forse sempre state?!

http://www.flickr.com/people/matthieu-aubry/


  

mercoledì 20 novembre 2013

"Leggo, quindi sono": un omaggio del Gruppo Giovani Lettori

Il nostro Gruppo Giovani Lettori, attualmente formato da una decina di componenti dai 14 ai 22 anni, si incontra ogni venerdì, nell'ultima ora di apertura della biblioteca (dalle 18.30 alle 19.30).

Le bibliotecarie, in una delle riunioni di ottobre, hanno letto ai ragazzi l'accorata mail che Giovanna Malgaroli, referente nazionale del progetto Nati Per Leggere, ha inviato alle biblioteche italiane più di un mese fa: spiegava che Ibby Italia (organizzazione no-profit che cerca di sviluppare il legame tra libri, bambini e ragazzi) stava lavorando per la nascita di una moderna biblioteca per ragazzi italiani e migranti a Lampedusa e che la settimana dal 15 al 22 novembre sarebbe stata interessata da eventi e attività legate ai libri e alla lettura.
Ibby Italia invitava a recarsi sull'isola nella settimana indicata, e a proporsi come volontari per contribuire al riordino dei numerosi libri pervenuti, per mettere in scena letture animate o laboratori.

Nessuno di noi (nè ragazzi, nè bibliotecarie) avrebbe però avuto la possibilità di esserci.

E' nata così l'idea di fare un omaggio a distanza ai giovani lettori di Lampedusa (ma anche a tutti gli altri lettori italiani "di buona volontà"): i ragazzi del GGL amano leggere e hanno deciso di "metterci la faccia", realizzando un video di promozione dei libri e della lettura con fotografie personali, che stiamo diffondendo nella rete.

Oggi è la Giornata Internazionale per i Diritti dell'Infanzia e dell'adolescenza e sta nascendo una nuova biblioteca (cosa rara, di questi tempi e nel nostro Paese): festeggiamo guardando il video di chi nell'adolescenza c'è o c'è appena passato. Anche solo per un giorno, proviamo a sperare e a uscire dallo stereotipo "I ragazzi non leggono".










mercoledì 13 novembre 2013

Il gruppo teatro racconta la "niù comunichescion"

“Beh, provo a spiegarvelo in breve. Prima di uscire dal lavoro, avevo consultato come sempre le mie e-mail. Ne ho aperta una che mi invitava ad entrare in un link… Ho sentito puzza di imbroglio con gli hackers e con i virus che girano… La prima regola è quella di non aprire le e-mail che arrivano da indirizzi non sicuri… degli spam insomma! Perciò volevo subito metterla nel cestino, ed invece per la fretta, accidenti! Ho cliccato il tasto sbagliato!”
Ancora non hai capito di cosa stiamo parlando?? Ma è ovvio, di “niù comunichescion”!
Se anche tu hai un AI-FON, oppure ami andare su IU-TUB e ancora non sai cosa sono gli I-BUC, ti aspettiamo domenica 1 dicembre alle 15.00 presso la Palestra di Saletto per un divertente pomeriggio in compagnia delle nuove tecnologie.
Imposta il tuo GPS, condividici su twitter, seguici sul blog, taggaci su facebook, impostaci come sfondo del desktop, ma soprattutto… non mancare!

venerdì 8 novembre 2013

BiblioBredaBlog: un blog partecipato

Ieri questo blog è stato protagonista, assieme al sito della biblioteca di Martellago, di uno dei seminari del convegno "Nuove biblioteche per nuovi lettori", promosso dalla Regione Veneto.

L'incontro, che si è tenuto nel bellissimo auditorium della Fondazione Benetton, ha visto la partecipazione di una quarantina di bibliotecari di tutto il Veneto, interessati ad approfondire questi nuovi strumenti della comunicazione (siti e blog) e a capire come funzionano concretamente.

Il BiblioBredaBlog ha quindi avuto un particolare momento di notorierà: abbiamo raccontato come è nato, come è stato costruito e come lo manteniamo in vita.
In particolare, si è sottolineata la caratteristica peculiare di questo spazio: è un blog partecipato. Che vuol dire? Vuol dire che la redazione è composta sì dalle bibliotecarie, ma anche da alcuni volontari dei 3 Gruppi della Biblioteca di Breda (descritti qui a sinistra) che ci aiutano a promuovere la lettura non solo "dal vivo" ma anche virtualmente. Cogliamo l'occasione per ringraziarli tutti!

Avviso ai lettori o a chi capita qui per caso: anche voi potete commentare i post che vengono pubblicati in questo blog. Se non l'avete mai fatto, ma desiderate provare a darci dei feed-back, andate a rileggervi il post "Bloggati", non bloccati nella rete dove abbiamo spiegato come si fa!

  

venerdì 1 novembre 2013

La biblioteca premia... le opinioni!

Cari lettori,
oggi parte il concorso "Letture in ConCorso", aperto a tutti i cittadini bredesi dagli 11 anni in poi. Ne avete già sentito parlare? E' possibile: siamo ormai all'ottava edizione!
Di cosa si tratta, e come partecipare?
Basta leggere un libro tra quelli proposti da una commissione formata da forti lettori, insegnanti, scrittori. Dalle riflessioni e dalle emozioni scaturite dalla lettura dell'opera potrà nascere una recensione, che andrà consegnata alla biblioteca, nelle modalità indicate dal regolamento, entro il primo marzo 2014.
Le novità, rispetto agli anni precedenti, sono sostanzialmente due:
  • i concorrenti appartenenti alla prima fascia d'età -11-14 anni- dovranno scegliere esclusivamente dalla lista di 10 libri proposta a questa categoria, mentre i partecipanti appartenenti alle altre 2 fasce d'età -'15-20 anni' e 'dai 21 anni in poi'- saranno liberi di scegliere cosa leggere tra tutti e trenta i titoli;
  • la recensione potrà essere consegnata in molteplici forme: non solo scritta in modo tradizionale o sotto forma di booktrailer, ma anche grafica o come "oggetto artistico": per maggiori informazioni, leggete il regolamento e le raccomandazioni.
Come gli altri anni, i lavori migliori verranno premiati.
Forza, quindi... avete mai ricevuto un dono per aver raccontato un libro?   

martedì 29 ottobre 2013

A spasso con Buzzati

Lunedì prossimo, 4 novembre, alle ore 21 il Gruppo Lettura "Voci di Carta" si riunirà per il consueto incontro del primo lunedì del mese.
Attenzione: da questo mese l'appuntamento non sarà più nell'aula magna della scuola media, ma in Biblioteca!
Come sempre, noi lettori siamo sempre felici se qualcuno desidera unirsi al Gruppo, o anche soltanto
assistere ai nostri incontri: la nostra forza sta nell'unione e nell'amicizia tra le persone, per cui fatevi avanti!

L'attività 2013-14 del Gruppo si è aperta già da qualche settimana con un primo incontro che si è tenuto lunedì 7 ottobre, ma per la verità il primo appuntamento "non ufficiale" della nuova stagione ha avuto luogo l'8 settembre: non è stata una riunione né una lettura, ma una piacevolissima gita a Belluno, allargata alle famiglie dei lettori, nei luoghi di Dino Buzzati.
Buzzati è uno scrittore che noi di "Voci di Carta" amiamo molto, e alcune delle nostre passate letture lo hanno visto anche come protagonista. In particolare, qualcuno di voi ricorderà la serata che nel marzo 2012 era stata dedicata a quattro grandi autori veneti: Zanzotto, Meneghello, Rigoni Stern e, appunto, Buzzati.
L'uscita bellunese ha visto la partecipazione di quasi tutto il Gruppo. Ci siamo trovati al parcheggio Lambioi alle 9.30, e, dopo una ritemprante sosta in un bar cittadino, la bibliotecaria Donata, degna guida autoctona, ha dato inizio alla visita del pittoresco centro storico.
Belluno è una città piccola ma incantevole: la sua meravigliosa posizione ai piedi delle Dolomiti le attribuiscono un raro fascino. Non a caso il suo nome sembra derivare da un'antica radice celtica che significa "città splendente".

Dopo il giro per il centro il Gruppo ha avuto l'emozionante opportunità di visitare il giardino di Villa Buzzati, appena fuori della città, dove l'autore del "Deserto dei Tartari" nacque nel 1906 e trascorse quasi tutte le sue estati.
Un gentile e competente pronipote dello scrittore ci ha accompagnati alla scoperta dei luoghi pieni di mistero nei quali Buzzati ambientò molte delle sue storie: il mitico granaio (si pensi al racconto "Il fantasma del granaio"), il grande giardino della villa (“Le gobbe nel giardino”, “Plenilunio”), la rossa chiesetta di San Pellegrino, dove fino a qualche anno fa erano custodite le ceneri dello scrittore.
Dopo un abbondante pranzo in compagnia in un ristorante in località Coi di Navasa, ecco l’immancabile tappa nel ridente paesino di Valmorel, nel quale Buzzati ambientò la sua ultima opera: "I miracoli di Valmorel", una raccolta di prodigi che lo scrittore immaginò compiuti da Santa Rita nei dintorni di queste valli.  Il libro, che è tra l'altr
o disponibile in Biblioteca, è costituito da una sorprendente carrellata di miracoli, per i quali Buzzati realizzò non soltanto i testi descrittivi, ma anche, e soprattutto, gli immaginari ex-voto.

Nella finzione del libro, Buzzati fa riferimento ad un capitello votivo dedicato a Santa Rita, che al momento della stesura dell'opera non esisteva. Con Buzzati ancora in vita, il Comune di Limana intraprese l'idea di costruire veramente la cappelletta, adornandola con uno dei dipinti che lo scrittore realizzò per il libro. Siamo passati davanti al capitello, che si trova sulla strada che da Valmorel riporta verso la Valbelluna (anche se oggi il dipinto custodito è una copia dell'originale dipinto da Buzzati).
Un passaggio al piccolo ed antico santuario della Madonna di Parè, al quale sono connesse alcune particolari leggende, ha chiuso l'itinerario buzzatiano.
Ricorderemo molto piacevolmente questa bella gita: ci auguriamo che non rimanga un caso isolato ma che sia seguita in futuro da nuove occasioni di condivisione, all'insegna dell'amicizia e dell'amore per la lettura.
Paolo

giovedì 24 ottobre 2013

In biblioteca...Oltre i confini

In questi giorni chi entra in biblioteca noterà qualche nuovo elemento nella sala ragazzi. E' stato infatti allestito un espositore dedicato ad alcuni libri per i bambini da 0 a 6 anni legati ai temi dell'intercultura, della diversità e dell'identità.
Questi libri sono stati individuati da un gruppo di biblioteche (Breda, Istrana, Paese, Ponzano, Villorba) che hanno preso spunto dal convegno "Oltre i confini. Dal monoculturalismo al dialogo interculturale" organizzato nel 2012 dall'ULSS 9 di Treviso -dipartimento di prevenzione-. I libri scelti sono particolarmente interessanti per il contenuto testuale e per le immagini e propongono ai genitori e agli educatori degli spunti di riflessione.
L'opuscolo, stampato dall'ULSS 9, raccoglie una trentina di titoli e alcuni commenti di genitori, bibliotecari, assistenti sanitari. La parte grafica è stata curata da Federico Bellinaso e Benedetta Bellan, che ringraziamo.
I libri esposti in biblioteca sono tutti prestabili, mentre la bibliografia sarà presto consultabile in formato digitale.
L'iniziativa rientra nel progetto Nati Per Leggere, ed approfittiamo per segnalarvi il nuovo spot promozionale: guardatelo!

venerdì 18 ottobre 2013

Halloween in biblioteca: brrrividi a merenda

Pipistrelli, streghe, gatti neri, zucche, ragni, scricchiolii sinistri... siete pronti a vivere Halloween in biblioteca?
"Brrrividi a merenda" è una lettura (una lettura stregata, ovviamente!) per bambini dagli 8 agli 11 anni.
Alcune misteriose lettrici accoglieranno i giovani ascoltatori, per intrattenerli con un'ora di narrazione paurosa (ma non troppo).
Per questo, la biblioteca chiuderà alle 17 e l'evento comincerà alle 17.30.
Al termine, gli spettatori e i loro genitori potranno spostarsi alla Pro-Loco, dove, alle 19, comincerà un'altra festa.
Per "Brrrividi a merenda" è richiesta la prenotazione tramite mail, via telefono (0422/600207) o al banco prestito entro il 29 ottobre.


mercoledì 16 ottobre 2013

Emozioni da terre lontane: l'India

travel.nationalgeographic.com
Nel mese di maggio, la biblioteca aveva organizzato una serata sull'India: restando seduti in sala consiliare, avevamo viaggiato attraverso le immagini e i racconti di Toni Fedrigo.
Sull'onda dell'interesse e dell'entusiasmo suscitati da quell'appuntamento, verranno proposte altre due esperienze, che si terranno nelle prossime settimane.
Domenica 27 ottobre, alle 10.30, appuntamento a Ca' dei Carraresi a Treviso, per visitare la mostra "Magie dell'India". La biblioteca si occupa soltanto di raccogliere le iscrizioni degli interessati, che devono pervenire entro il 23 ottobre, e di prenotare la visita. Il costo è di 12 euro a persona, al quale va aggiunto il costo della visita guidata (più partecipanti ci saranno, meno si pagherà), da versare il 27 ottobre, sul posto.
Sabato 9 novembre, dalle 20.00, in villa Olivi, Anita Fornasier ci racconterà il suo viaggio in Kerala, descrivendo usi e costumi, emozioni, curiosità e tradizioni. Ci sarà anche un allestimento di abiti tradizionali e prodotti tipici, libri e dvd a tema. Grazie alla collaborazione tra il nostro Gruppo Lettura "Voci di carta" e alcuni cittadini indiani, ci sarà anche un momento dedicato alla letteratura indiana. L'incontro è aperto a tutti e gratuito.
 

mercoledì 25 settembre 2013

Apertura straordinaria della biblioteca

Domenica 13 ottobre, nell'ambito di RetEventi 2013, la biblioteca di Breda, assieme alle altre della provincia di Treviso, sarà straordinariamente aperta!

Dalle ore 16 alle ore 19 i servizi della biblioteca verranno offerti regolarmente e si svolgerà il tradizionale
lib(e)ro scambio di libri.

Dalle ore 15 alle ore 16, a biblioteca chiusa, si terrà una lettura animata per bambini dai 5 ai 7 anni, a cura del nostro Gruppo Giovani Lettori. Si raccomanda ai genitori la prenotazione entro il 9 ottobre, via mail, via telefono (0422600207), o in biblioteca. I posti, purtroppo, per ragioni di spazio, sono limitati.

Per chi non conoscesse l'iniziativa del lib(e)ro scambio: si possono portare in biblioteca, da ora e fino al 12 ottobre libri propri che non si leggono o consultano più. Il 13 ottobre i libri verranno esposti su appositi tavoli e saranno messi a disposizione del pubblico, che potrà prenderli gratuitamente. Attenzione, non si accetteranno: libri scolastici, enciclopedie, riviste, libri in cattivo stato, sottolineati o superati. I libri donati in occasione del lib(e)ro scambio non verranno restituiti, ma saranno riutilizzati a discrezione della biblioteca (potranno integrare il patrimonio, oppure potranno essere messi sul banco permanente dei libri in dono).

Vi aspettiamo numerosi!

venerdì 13 settembre 2013

Impianti aperti alla Contarina

Il polo Biblomarca, del quale la nostra biblioteca fa parte, ha accolto con entusiasmo una proposta di collaborazione pervenuta dalla Contarina.
In occasione dell'apertura al pubblico dei due impianti di Lovadina e Signoressa, i gruppi di lettori volontari di alcune biblioteche del polo leggeranno ad alta voce, per bambini e per adulti.
Le giornate saranno sabato 28 settembre dalle 15 alle 18, e domenica 29 settembre dalle 9 alle 12.
I cittadini interessati potranno visitare gli impianti di trattamento del secco e di compostaggio e nel contempo ascoltare delle letture.
Ulteriori informazioni nel sito di Contarina

mercoledì 11 settembre 2013

Lunga vita ai blog di biblioteca!

janefriedman.com
Tra un paio di settimane il nostro blog compirà due anni: il primo post risale infatti al 25 settembre 2011!
E' un bel traguardo, considerato il fatto che spesso, per mancanza di persone che li aggiornino o di
argomenti, i blog chiudono in breve tempo.
Relativamente ai blog di biblioteca, era uscito nel 2010 un articolo che potete trovare qui. Era interessante, ma sicuramente il panorama, rispetto a 3 anni fa, è già cambiato.
Ma chi sta dietro a questi "contenitori" virtuali? A volte bibliotecari, a volte lettori, a volte qualche semplice appassionato che si occupa di tenerli d'occhio e di curarli come fossero un giardino.
Nel nostro caso, la vitalità deriva dall'intervento frequente e congiunto di tutte queste forze.
Esistono molti modi e stili diversi per fare un buon blog: il nostro riporta eventi, ma anche recensioni, riflessioni... vuole essere un po' uno "specchio virtuale della biblioteca", altri si concentrano di più sugli autori o sulle novità letterarie, altri ancora (come il blog della Biblioteca di Spinea, Letto&Detto) trovano nuovi e originali modi per promuovere la lettura e la biblioteca.

  






lunedì 2 settembre 2013

Cile, terra di libri

L’11 settembre di quest’anno sarà per la Storia una data speciale. Esattamente quarant’anni fa, nel 1973, le forze militari rovesciarono in Cile il governo democratico di Salvador Allende, instaurando una dittatura criminale e sanguinosa, che ha eliminato fisicamente migliaia di persone, cancellato il futuro di intere generazioni, strappato alle proprie famiglie moltissimi giovani oppositori che vennero torturati ed uccisi, passati alla storia con il triste appellativo di Desaparecidos. Ma perché pensare al Cile come ad un caso particolare, in una storia mondiale costellata di golpe, attentati, dittature, genocidi a tutte le latitudini? 
Perché il Cile, allora, non era una "repubblica delle banane", ma una Democrazia, c’erano una costituzione, un parlamento e un presidente regolarmente eletto nel 1970, perché gli oppositori vennero eliminati brutalmente o costretti all’esilio e tra loro molti intellettuali, scrittori, musicisti, in un tentativo di soffocare l’opposizione anche nella sua voce culturale ed artistica, quella che spesso fa più presa nella società. La dittatura durò formalmente fino al 1990 ed il trauma lasciato nel cuore della società cilena, profondo e terribile, incontra ancora oggi delle difficoltà enormi ad essere superato.
Dal punto di vista letterario e musicale, questo paese (come peraltro molti paesi latinoamericani) ha offerto, nella seconda metà del ‘900, forse anche cercando un’elaborazione delle sofferenze della propria gente, dei grandissimi spunti artistici e culturali.
Nel 2013 il Cile è stato anche il paese prescelto come ospite al Salone del libro di Torino, questa sintetica bibliografia vuol offrire qualche spunto per poter conoscere un po’ di più la sua affascinante cultura: vediamo qualche esempio...
Luis Sepulveda, grande e fervido creatore di racconti e romanzi per adulti e bambini come Il vecchio che leggeva romanzi d’amore, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, Diario di un killer sentimentale, Le rose di Atacama, Patagonia Express, Il generale e il giudice
Isabel Allende, autrice de La casa degli spiriti, Eva Luna, Inés dell’anima mia, Afrodita, Paula, storie di donne, rese tramite atmosfere a volte mitiche ma calate profondamente nella realtà
Roberto Bolano, narratore d’avanguardia che voleva distaccarsi dalla letteratura classica, creando storie quasi surreali, spesso poetiche. In biblioteca si possono trovare i suoi racconti Chiamate telefoniche
Alejandro Jodorowsky, figlio di immigrati ucraini di origine ebraica, regista estremo, attore, drammaturgo, fumettista, scrittore non di semplici racconti, ma di porte aperte sul mondo dell’esoterismo, interprete di tarocchi, insomma, che altro dire di lui? In biblioteca troviamo un suo film, ormai cult, La montagna sacra e tra i volumi un romanzo molto personale, Quando Teresa si arrabbiò con Dio
Marcela Serrano, straordinaria narratrice di Nostra signora della solitudine, Il tempo di Blanca, Noi che ci vogliamo così bene, una vera interprete del cuore della sua società e delle sue donne
Francisco Coloane, grande romanziere, autore di Capo Horn, Terra del Fuoco, La scia della balena, Una vita alla fine del mondo
Pablo Neruda, poeta immenso, premio Nobel 1971, le sue Poesie d’amore sono celebri assieme alla sua autobiografia, Confesso che ho vissuto. Tra i protagonisti del romanzo Il postino di Neruda, del conterraneo Antonio Skarmeta, da cui è stato tratto il film Il Postino, con Massimo Troisi e Philippe Noiret nei panni del poeta
Ramon Diaz Eterovic, creatore di una serie di libri con personaggio principale il detective privato Heredia, come ad esempio I sette figli di Simenon
Infine qualche altro titolo, anche di autori non cileni, che possono dare una testimonianza importante su questo paese e quello che ha vissuto la sua gente: 
Il vento di Santiago, di Paola Zannoner e Il giorno in cui Gabriel scoprì di chiamarsi Miguel Angel di Massimo Carlotto, storie per ragazzi ambientate in un Cile più recente, dove permangono gli effetti del passato; 
Io e Pinochet, di Marc Cooper, i giorni del colpo di stato vissuti da un giornalista americano;
Le Pazze, un incontro con le madri di Plaza de Mayo raccontato da Daniela Padoan, il dramma dei Desaparecidos è stato vissuto in molti paesi del Sudamerica, in questo caso l’Argentina.
Tutti i libri e film citati si possono prendere in prestito alla Biblioteca di Breda di Piave, naturalmente sono ben accetti contributi e suggerimenti, per completare questa bibliografia tutta cilena, per il resto Feliz Lectura a Todos!
Christian S.




lunedì 12 agosto 2013

Sganciando la luna dal cielo

video





Giusto un anno fa ho trovato, in libreria, un opuscolo che pubblicizzava un concorso, promosso dalla fiera “Pordenonelegge”. Questo concorso, ovvero “Caro autore ti scrivo … “, consiste nel leggere uno dei libri proposti e scrivere una lettera al corrispondente scrittore. Così ho deciso di parteciparvi.
 Tra i libri, ne ho subito adocchiato uno: “Sganciando la luna dal cielo” di Gregory Hughes; si trova sia in libreria, sia nella biblioteca di Breda, scaffale “Giovani Lettori”. 
 
“Sganciando la luna dal cielo” ha per protagonisti due giovani fratelli canadesi, Bob e Marie-Claire. Bob ha dodici anni ed è un ragazzino del tutto normale, a differenza della sorella. 
Marie-Claire, più comunemente chiamata “Ratto” (anche se non ha la faccia da topo) è una ragazzina molto sveglia, forse troppo per i suoi dieci anni, e perfino un po’ veggente. Non illudetevi che questa sia una favola con tanto di lieto fine e fate madrine, visto che Bob e il Ratto una madre non ce l’hanno. Marie-Claire vuole diventare attrice e proprio la mattina del suo spettacolo il padre muore improvvisamente forse per la sua mania del bere. E’ allora che i due fratelli, disperati e in assenza di altri parenti, viaggiano fino a New York dove vive lo zio Jerome de Billier. E’ una vera pazzia: di lui hanno solo una foto in bianco e nero e un ricordo confuso. Pazzia come quella del Ratto, decisa a non andare in orfanotrofio, sofferente di una misteriosa malattia che le provoca improvvisi attacchi d’ansia. New York è una città meravigliosa e caotica, piena di gente di ogni tipo. È la città in cui scopriranno se stessi, con un viaggio che terminerà con un finale inaspettato e un po’ amaro.

E spero di non deludervi anch’io, cari lettori... devo infatti confessarvi che non ho affatto partecipato al concorso di Pordenonelegge … per motivi tempistici. Tuttavia ho realizzato un booktrailer del libro e invito tutti voi, che avete dai 12 ai 14 anni, a partecipare quest’anno a “Caro autore ti scrivo” e promuovere così nuovi bellissimi libri attraverso lettere e consigli. Avete ancora un mese per digitare www.pordenonelegge.it sezione “concorso caro autore ti scrivo” e scegliere il libro che più vi piace. E magari, con un po’ di impegno, riuscirete a vincere il concorso e “sganciare la luna dal cielo”!
Elisabetta